Dalla gabbia

Trovare nella casella di posta tra offerte di cellulari, vacanze e cialis una poesia, è semplicemente bellissimo. Una vera boccata di ossigeno. E’ di Stefano Dal Bianco, tratta dalla raccolta Prove di Libertà. E’ un regalo del mio Amico K che inoltro a tutte quelle anime costrette a vivere senza uno scopo….. Dalla gabbia Vi sono giorni di debolezza estremapoiché … Continua a leggere

Continuare a ridere

Stamattina la prendo un pò alta. Immaginate che questo post sia un film con il titolo di una canzone famosa. Ad accompagnare le scene ci sarebbe il tema della canzone stessa condito in mille salse e arrangiamenti, ora celandosi ora svelandosi parzialmente, fino all’ascolto della versione conosciuta sui titoli di coda. Parto da un verso: E quanti morti ci dovranno … Continua a leggere

Pdl, con rispetto parlando

Dalle mie parti, che non per forza sono anche le vostre, le persone di un tempo solevano anteporre la frase “con rispetto parlando” alla menzione delle parti meno nobili del corpo umano. Era una specie di chiedere scusa allorchè il discorso scivolava un pò più in….. basso. E’ da tempo che non sento qualcuno esprimersi in questo modo, anche perchè a momenti … Continua a leggere

Come cacchio si vive con 600 euro al mese

Un nuovo reportage di Saverio Tommasi….. Care/i, storie di precaria felicità con 600 euro al mese, il mio nuovo reportage dal mondo del lavoro; quello più duro, quello cassintegrato, atipico, sottopagato. Ho incontrato un operaio, uno storico, un sindacalista, due cassintegrate e una lavoratrice atipica, come si chiamano ora le lavoratrici con tre lavori e poco stipendio. E alla fine, … Continua a leggere

Un biglietto speciale (per il cinema o il teatro)

Chi mi conosce bene sa che nel mio portafoglio trovano posto i bigliettini da visita ufficiali e alcuni per le occasioni particolari: quelli per i maleducati al cinema e a teatro. Quando durante la proiezione o lo spettacolo sento provenire un certo ronzio sempre dallo stesso posto e poi risatine e chiacchiericcio fuori luogo, senza contare il cellulare sempre acceso … Continua a leggere

A L’Aquila non mangiano il panettone. Il terremoto tre anni e mezzo dopo

Un nuovo contributo di Saverio Tommasi….. Uno straordinario gruppo di ragazzi mi ha accompagnato in giro per l’Aquila dopo tre anni e mezzo dal terremoto del 6 aprile 2009. Cosa è cambiato in questi anni? Davvero le case sono state ricostruite? E il centro della città, allora interamente distrutto, che fine ha fatto? Ci sono ancora i militari in giro?Guarda … Continua a leggere

Lettera semiseria alla befana, by Bracco

Questo è il mio primo furto dell’anno. Ho rubato questa lettera a mio cugino Beppe…..Grande Beppe!!! Egregia signora Befana, dopo molti anni ho deciso ancora di scriverti per farti una sola richiesta: da te non voglio più regali, sorvola con la tua scopa su casa mia e passa a quella del vicino. Tu sai bene il perchè, anche se fai … Continua a leggere