Napoli violenta

“Napoli violenta” è il titolo di un film anni ’70 in cui Maurizio Merli interpreta il commissario Betti, una specie di castigaguappi della città partenopea. E’ uno di quei b-movie trasmessi spesso dalle piccole emittenti televisive campane, dove i metodi spicci del commissario riscuotono sempre il buon successo coniugato in quegli anni anche in “Torino spara” e “Roma a mano … Continua a leggere

Cartolina dall’Islanda

Ho ricevuto stamattina una cartolina dal mio amico Peppe dall’Islanda. Dice che quel paese sembra così vicino quando si tratta di bloccare il traffico aereo con le eruzioni dei suoi vulcani dai nomi impronuncibili, ma di fatto è così lontano, oltre ogni distanza geografica, se scende in campo l’esercizio della democrazia.  La cartolina dice di cliccare in rete “Rivoluzione islandese”, … Continua a leggere

I miei primi 25 anni

Blister e vasetto dello yogurt. Packaging per prodotti surgelati, per biscotti, frutta secca, asciugatutto, tovaglioli, carta igienica, rotoloni. Packaging per pasta, tanta pasta, più quella che ho disegnato che quella che ho mangiato. Calendari. Loghi. Loghi e ancora loghi. Tanti loghi, che quelli che parlano bene chiamano brand, coniugati in tantissime immagini coordinate. Carta di indentità per un paese africano … Continua a leggere

Un grafico piccolo piccolo

Nell’immagine quì a lato vedete il nuovo brand della città di Salerno realizzato da Massimo Vignelli, il famoso designer milanese. Pare che il sindaco De Luca lo abbia pagato 200.000,00 euro. Avete letto bene, la cifra è giusta, non c’è alcun zero in più. Se la notizia è vera, rappresenta un vero oltraggio al pudore che dal pragmatico De Luca … Continua a leggere

Breve gita in Valsesia

I giornalisti si distinguono dalle notizie che commentano. C’è chi riesce a disegnare scenari politici, chi sa spiegare ad un bambino di cinque anni cosa sia lo spread. Poi ci sono quelli che sanno in che posizione di una classifica fashion mettere l’abito da sposa della principessa Kate, oppure cosa chiedere a Michele Misseri, alla moglie Cosima o direttamente al … Continua a leggere

Purghe

Quando si parla di persone tirchie, mi viene in mente la storia della signora del mio paese che mercanteggiava col farmacista per avere un pò di soluzione purgante in più sul prezzo convenuto. Finiva sempre che il vecchio farmacista, preso per sfinimento, riapriva il sacchetto di carta e ci metteva dentro ancora un cucchiaio del suo preparato in polvere, una … Continua a leggere

La mia piccola Heidi

Stamattina Klara stava per arrendersi. E’ andata nel deposito degli attrezzi del nonno per recuperare la sedia a rotelle; con grande fatica l’ha portata fuori, ma vinta dallo sforzo, ne ha perso il controllo. La sedia ha incominciato a scendere lentamente sul prato, poi piano piano ha acquistato velocità lungo il versante scosceso, mentre Klara ne accompagnava lo sguardo con … Continua a leggere

Una voce…amica

Stamattina ho aperto le finestre e mi sono arrivate queste parole. Sono della mia amica Antonietta Di Maio. E’ un privilegio avere degli amici capaci di colmare le mie lacune….. Ero felice ma non ho esultato, non sono riuscita a festeggiare la caduta del pagliaccio malefico ma che lascia intatto il sistema ed i suoi “valori” fondanti. Non so se … Continua a leggere

Arithmofobia

281 sì e 25 no al Senato, 556 sì e 63 no alla Camera. Questo è il battesimo del governo di Mario Monti. Mi sono chiesto in che modo leggere questi numeri. In questo delicato momento, va benissimo un governo sostenuto da un’ampia maggioranza, ma onestamente queste sono cifre che mi incutono non poca paura; sembrano l’espressione di certe dittature … Continua a leggere