Biotestamento

Il biotestamento è una legge dello stato. Finalmente. Ora che tutto è finito o meglio che la prima pietra è stata messa in funzione della futura legge sull’eutanasia, mi passano davanti le facce che hanno combattuto questa battaglia. Spesso persone che si sono trovate inondate dalla sofferenza diretta oppure indiretta, come i parenti che loro malgrado sono diventati volti pubblici. … Continua a leggere

Ma dovevamo andare per forza in Russia?

Quella del titolo è una provocazione che non ho letto da nessuna parte. Sì, d’accordo, dispiace per la nostra nazionale che ha mancato la qualificazione, ma proviamo a leggerla sotto un’ottica diversa. Messi da parti i protagonisti di questa storia e in attesa che ne arrivino di migliori, mi chiedo e vi chiedo: e se una volta tanto i nostri … Continua a leggere

Una vecchia amica

Stamattina è venuta a trovarmi una vecchia amica. Ho sentito da lontano il leggero ticchettio dei suoi passi staccarsi dal silenzio fino a diventare un suono definito. Prima ancora che la vedessi mi ha inondato con il suo profumo di terra bagnata che rimanda a altre estati lontane ma in se reca  sempre quel sapore di indicibile  che porta gli occhi a parlarsi … Continua a leggere

Il cimitero dei libri dimenticati

“Non ho più avuto amici nella vita come quelli che avevo a tredici anni” è la battuta finale di “Stand by me – Ricordo di un’estate”, un film a cui sono molto legato. E ci credevo, ci credevo davvero. Però prima di questa, il protagonista dice: “Gli amici vanno e vengono nella vita come i fattorini in un grande albergo”. … Continua a leggere

Bibite, Calcio & Cabala

Un tempo c’erano i gazzosai, venditori ambulanti di bibite. Spesso andavano in giro con camion carichi di cassette d’acqua, gazzose e bibite varie, indossando magliette e cappellini pubblicitari con loghi di questa o quella marca di bibite, era antidiluviana di gadgets e merchandaising. Per me oggi il termine “gazzosaio” indica un tifoso che paga per indossare magliette e tute con … Continua a leggere

Genitori senza fretta

(Pubblicato su Rinascita-Mensile della Parrocchia Sacro Cuore di Pontecitra-Marigliano  Aprile 2016) È difficile pronunciarsi sull’educazione dei figli altrui, specialmente quando non se ne hanno e di conseguenza si rimane in silenzio per mettersi al riparo da quell’odiosa risposta: “tu non puoi capire”. Come se chi ci risponde così avesse capito tutto o sentisse il diritto di sentirsi su un gradino … Continua a leggere

Il profeta e l’irriverente

Diventi vecchio quando vedi che sempre più spesso ti lasciano quelli che hai amato. In questa settimana se ne sono andati in due: il profeta e l’rriverente. Quando vidi giocare per la prima volta il profeta e la sua squadra, non pensai che quel pomeriggio avrebbe determinato un prima e un dopo. Sono stato sempre un europeista convinto, anche quando … Continua a leggere

Buon 2016

Solo adesso ho trovato il tempo di sedermi davanti al computer. Perciò i miei auguri, qualora ne aveste sentito la mancanza, vi arrivano in ritardo. Come vorrei per tutti noi il 2016? Come un film. Un film dalla sceneggiatura tosta, con dialoghi brillanti e senza effetti speciali da coniugare in 3D. Vorrei un anno senza whatsapp, vorrei che la gente … Continua a leggere

Breve trattatto sulle coincidenze

L’altra notte mi sono alzato per un bisogno fisiologico. In bagno l’orologio segnava le 4.05. Sono tornato a letto e ho ripreso sonno. E’ da giorni che soffro di una strana infezione alle vie urinarie perchè di solito non mi alzo di notte. Invece l’altra notte mi sono svegliato di nuovo e con mia sorpresa l’orologio del bagno segnava ancora … Continua a leggere